Resistere camminando... sulla collina da Trento a Lavis contro la grande fregatura del TAV!

 

6 aprile 2014, ritrovo alle ore 9.30 a Port'Aquila a Trento

 

Gli gnomi e gli spiriti del bosco rivelarono ai pastori come accedere alla ricchezza del sottosuolo dell'altipiano dell'Argentario, ma l'avidità che presto si impadronì degli uomini ne determinò il tragico destino, finirono sommersi dal lago che poi divenne di Santa Colomba. Altri uomini liberi poi si adattarono a queste alture e resistettero alle imposizioni dei potenti, lavorando e dissodando queste colline, dando vita ad un paesaggio dolce ed ameno, aperto verso il dolce soffio dell'Ora del Garda. Molti viaggiatori passarono, ognuno prendendo e lasciando qualcosa, ma senza turbare il dolce equilibrio di queste colline dove oggi come ieri maturano ottimi vini. Ci fu sì, l'epopea degli uomini-talpa, i canopi, che sforacchiarono qua e là tutto il monte, rendendo il paesaggio brullo e scarno, ma l'argento finì, se ne andarono altrove e le foreste ripresero possesso dei luoghi. Ma loro scavavano a mazza e scalpello, impiegando secoli di lungo lavorio, e solo nella stretta lente del giacimento, mentre oggi ci si appresta ad uno scavo fuori scala, con enormi talpe meccaniche, che sventerà senza ritegno le viscere della terra, assassinando nel modo più brutale il Genius Loci che abita queste lande e rendendola nuovamente inospitale e sterile.

 

Il TAV è la più grande fregatura per gli abitanti del Trentino ed i loro discendenti, per questo ne parlano così poco! È ora di saperne di più e l'unico modo è informarsi di persona, poi non sarà difficile trovare la giusta determinazione per mettersi di traverso.

 

Leggi tutto: Resistere camminando... sulla collina da Trento a Lavis contro la grande fregatura del TAV!