Campagna d’acquisto di un terreno per opporsi ai cantieri dell’Alta Velocità ferroviaria in Trentino: 31 ottobre 2014 ultimo giorno per aderire all’iniziativa.

 Siamo alle ultime settimane di raccolta fondi per l’acquisto del terreno su cui sorgerà il primo presidio permanente No Tav del Trentino.

Un iniziativa che sul nostro territorio non ha precedenti e che unisce centinaia di anime delle più diverse età, estrazione politica e ceto sociale nel comune intento di opporsi concretamente a un opera che rischia di devastare irrimediabilmente il nostro territorio sia da un punto di vista ambientale che economico.
 
Le ragioni del NO a quest’opera sono solide e a tutt’oggi non controbattute ufficialmente da nessuno dei promotori, ma non bastano a fermare il progetto purtroppo perché troppi sono gli interessi politici ed economici delle grosse imprese che hanno in mano la quasi certezza di aggiudicarsi gli appalti per la costruzione dell’opera.
 
Le sentenze piovute sui cantieri del Tav negli ultimi anni non hanno fatto che confermare ciò che il movimento NO TAV dice da anni senza bisogno di un tribunale: che costoro sono dei truffatori e dei mafiosi che lucrano sulla distruzione del nostro territorio.
 
E noi li vogliamo fermare prima che danneggino irrimediabilmente anche il Trentino.
 
Come sta già accadendo in Val Susa, e al Terzo Valico, in Liguria. Uomini e donne coraggiosi che si sono presi per mano e hanno detto: adesso basta.
 
Se vogliamo anche noi fermare il progetto in Trentino, dobbiamo muoverci e in fretta, le ultime dichiarazioni del premier Renzi infatti non han lasciato dubbi sull’intento politico di dirottare qui le speculazioni perché sul territorio del Trentino Alto Adige “non c’è opposizione della popolazione”.
 
Per questo è urgente mettere in piedi il presidio permanente ed essere moltissimi compratori, cosicchè nessuno possa più raccontare la menzogna dell’accordo della popolazione con questa sciagura. Fino ad ora siamo a oltre 200 acquirenti ma vogliamo arrivare ad almeno 400 e quindi abbiamo bisogno dell'impegno diretto di tutti, sia nelle adesioni che nella pubblicizzazione dell'iniziativa.
 
Cogliamo l’occasione anche per ringraziare le innumerevoli donazioni che stanno arrivando da trentini e non trentini.
 
L’appello è quindi sia a divulgare l'iniziativa che rivolto ai ritardatari e agli indecisi per esortarli a sottoscrivere il prima possibile l’acquisto del terreno scaricando il modulo dai siti www.notavbrennero.info, o www.notavtrentino.it, o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Sono sufficienti 30 euro per iniziare a lanciare un messaggio chiaro: non aspettiamo più che qualcuno faccia al posto nostro.
 
Se volete incontrarci e compilare le carte per l’acquisto con noi ci potete trovare alle prossime iniziative di divulgazione della campagna:
 
Il 12 ottobre a un pellegrinaggio che partendo da Sacco di Rovereto passerà per la frazione di Marco per arrivare fino al santuario di San Valentino di Ala, attraversando i territori che verrebbero devastati dai cantieri del TAV.
 
Il 25 ottobre alla sala della Sacra Famiglia di Rovereto per una cena a km zero e lotteria.
 
Il 26 ottobre all’auditorium di Lavis per un concerto con gli Apocrifi: le note di De André a sostegno della difesa del territorio.
 
La raccolta delle adesioni si chiude il 31 ottobre, non c’è più tempo per tergiversare, agiamo ora per non piangere sulla nostra valle distrutta domani.

 

Coordinamento trentino No Tav

 

Modulo di sottoscrizione <--- clicca qui

Informazioni utili per la compilazione <--- clicca qui

 

 

Per ulteriori informazioni puoi contattarci al seguente indirizzo :

Associazione Trentino NOTAV, Salita alla Rocca, 1 - Rovereto TN   mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.